mercoledì 19 settembre 2012

Brace yourselves, winter is coming...

...e con esso il NaNo.
Non Tyrion (che è il mio personaggio preferito, ma sto divagando e ora la smetto).
Il National Novel Writing Month.
1 mese.
1 first draft da completare.
50000 parole.
Ho già partecipato nel 2010 e nel 2011 e quest'anno - dopo essere stata un po' nel dubbio - farò il tris.
L'iniziativa è molto ben coordinata ed è a livello internazionale: esistono forum di supporto in italiano, dove gli autori possono formare dei veri e propri gruppi di scrittura, scambiarsi consigli in caso di impasse di trama e incoraggiamenti quando la stanchezza è tanta, il 30 novembre dietro l'angolo e la caffeina non basta più a sostenerti (servono anche a anche cazzeggiare un tantino).
Per me, che sono pigra e molto discontinua, il NaNo è un'ottima ginnastica: se vuoi "vincerlo", cioè centrare l'obiettivo, devi tenere un minimo di quasi millesettecento parole al giorno.
Sì, sì, sembra facile: fatelo per un mese intero, ogni santo giorno, senza sgarrare mai e poi ne riparliamo.
Ci sono il lavoro, la casa, la famiglia, il film che vuoi assolutamente vedere, il libro che stai leggendo e non ti riesce di posarlo, la sera che non hai nessuna voglia di pestare sulla tastiera... Insomma, procrastinare è una tentazione cui difficilmente si resiste (vedete? Ci cadono proprio tutti!).
Se salti un giorno, ti ritrovi a dover scrivere oltre tremila parole, se ne salti due arrivi a quasi cinquemila e così via. Accumulare abissali ritardi è facilissimo. Smaltirli, invece, molto meno, perché il tempo stringe e il word counter parla chiaro!
Ma, una volta che sei dentro l'ottica-NaNo, di mollare l'osso e ammettere la sconfitta non se ne parla proprio e quindi si lavora come dei disperati e non c'è tempo per documentarsi o pianificare (a meno che non siate dei bravi bambini e non abbiate fatto tutti i compiti a casa prima di cominciare). Perfino rileggere quanto scritto, a un certo punto, diventa difficile, perciò si va a braccio.
Facile che il primo dicembre vi ritroverete per le mani un qualcosa di incasinatissimo, ma non è questo l'importante: alla fine, con grande stupore, vi accorgerete di avere una storia completa (o quasi, se siete irrecuperabili casi di prolissità come me).
Da rilavorare in maniera pesante, certo. Ma che va dalla A alla Z. Scusate se è poco.
E poi, ci sono i premi!
Non è che venga stilata una classifica o che, ma, per esempio, l'anno scorso tutti i vincitori hanno potuto acquistare Scrivener con il 50% di sconto. Due anni fa noi utenti Windows siamo rimasti fregati, perché la versione di Scrivener adatta è uscita dopo la scadenza del buono sconto, ma l'anno successivo era tutto pronto e io mi sono fiondata all'acquisto. (A proposito, magari una volta o l'altra ve ne parlo, di Scrivener).
Se questo non bastasse, ci sono i gadget! Amo i gadget! Magliette, felpe, penne, adesivi, spille, tazze, borse... L'anno scorso, come premio a me stessa, mi sono presa le spille da attaccare alla borsa (lo so che ho un'età, ma mi piacciono e ci vado in giro lo stesso!), quest'anno medito di ampliare la mia collezione di tazze con questa (le mugs dell'anno scorso erano più belle, uffa! C'era anche il bicchierone termico con il coperchio. Lo sapevo che dovevo comprarmelo!). Anche il thermos, però, non è male.
Io il primo novembre ci sarò. E voi?

16 commenti:

  1. E ci sarò sì! Se vinco anche quest'anno, mi faccio un regalino - visto che l'anno scorso non ho preso niente :)
    Adoro il NaNoWriMo <3. Ne parlerò sul blog, ma verso la metà di ottobre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono qua che già scalpito. E stavolta provo a documentarmi prima, in modo da non fare casini...

      Elimina
  2. Se trovo l'idea, parteciperò anche io, anche se si prospetta un novembre da incubo ;) I love NaNo so much! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ce l'ho, l'idea! Me la sto coccolando da un po' e ho pure fatto ricerche! Il NaNo è troppo divertente per rinunciarci!

      Elimina
  3. Allora, mi sono iscritto ma non ho capito molto bene come funziona...
    Cioè, per scrivere devo usare un loro form apposito? Perché questa cosa non l'ho mica capita...

    RispondiElimina
  4. No, no, tranqui. Tu scrivi sul programma che usi di solito - Word, Openoffice, Scrivener, Celtx, quel che è. Quando ti logghi nel loro sito vai nella sezione My Nanowrimo. Lì dentro ci sarà il loro wordcounter. Ogni giorno fai copia-incolla del tuo file e viene aggiornato l'istogramma con i progressi fatti (che puoi vedere nella sezione "stats"). Sul loro sito non salvi niente e nulla di quello che scrivi viene reso pubblico. Che bello un altro NaNoWriter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà dura...
      Cmq prima del 1 novembre non si comincia, vero? Almeno ho un pò per studiarmi la storia...

      Elimina
    2. Il NaNo è tosto, ma divertente. Inizio ufficiale: primo novembre! (Can't wait)

      Elimina
  5. Acc... Ma sono almeno 3 pagine word al giorno per 30 giorni di fila. In stato di grazia riesco anche a produrre 10 pagine in un week-end dedicandoci però tutto il tempo possibile, ma poi ho una crisi di rigetto per qualche giorno.
    Posso dire che siete un "zinzinino" fuori? ;o)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh yes! Unisciti alla nostra follia, almeno una volta nella vita il NaNo va fatto (io sono recidiva, ma è un altro discorso).
      Tanto, con quel ritmo non hai il tempo per crisi di rigetto, che problema c'è? XD

      Elimina
    2. Il problema, che poi oggigiorno coi tempi che corrono è una fortuna, è che ho un lavoro che mi impegna per 9 ore al giorno quindi non mi rimarrebbe più tempo per il resto.
      Magari provo per conto mio ad impegnarmi per una pagina al giorno e vedo cosa succede.

      Elimina
    3. Sì, ho anche io lo stesso "problema", infatti le sere di Novembre sono consacrate alla scrittura (il mio compagno lo sa e porta pazienza)!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Anche a te! Domani è il gran giorno! XD

      Elimina